Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Distanze delle piante, alberi, dai confini altrui

Nella provincia di Modena le distanze cui le piante possono essere poste a dimora dai confini delimitanti cortili e fabbricati sono le seguenti:

  • piante ad alto fusto e piante non alto fusto, così come sono intese nell'art. 892 del codice civile: a mt. 1 dal confine
  • siepi vive, arbusti, viti e piante da frutto di altezza non maggiore a mt. 2,5: a mezzo metro.


La distanza si misura dalla linea del confine alla base esterna del tronco nel tempo della piantagione, o dalla linea stessa al luogo dove fu fatta la semina.

Il vicino può esigere che si estirpino gli alberi e le siepi che sono piantate o nascono a distanze minori di quelle sopra indicate.
Nel caso in cui i rami o le radici degli alberi si protendano o invadano la proprietà altrui può essere richiesto da parte del confinante che ne subisce gli effetti l'mmediato taglio in qualsiasi momento.
I frutti naturalmente caduti dai rami protesi sul terreno del vicino appartengono al proprietario del terreno su cui sono caduti.


Normativa di riferimento
Raccolta provinciale degli usi - Titolo V Compravendita di prodotti - Lettera P Piante da vivaio e da trapianto, Art.13.
La raccolta degli usi e consuetudini è disponibile sul sito della Camera di Commercio

Data dell'ultimo aggiornamento:
06/02/2009