Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Aree tematiche / Salute, welfare e servizi socio-assistenziali / Dipendenze / Progettazione integrata tra Comune di Modena e dipartimento salute mentale
Aree tematiche

Salute, welfare e servizi socio-assistenziali

immagine testata salute e servizi socio-assistenziali

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Progettazione integrata tra Comune di Modena e dipartimento salute mentale

La progettazione integrata, che vede l’apporto di vari professionisti dell’area sociale e sanitaria,  viene svolta per garantire alla persona una analisi della sua situazione problematica che tenga conto della globalità della persona e del suo contesto relazionale di vita.

Gli obiettivi della presa in carico integrata, come evidenziati anche dall'Accordo di Programma con il Dipartimento di Salute Mentale, ed  in coerenza con  quanto definito anche dal Piano sociale e sanitario e dal Piano per il benessere e la salute della città di Modena, sono i seguenti:

  • Tutelare i diritti di effettiva cittadinanza delle persone con disagio psichiatrico o con problematiche dovute alla dipendenza attraverso una progettazione condivisa e partecipata direttamente con gli interessati;
  • Garantire il libero accesso ai servizi favorendo il superamento di ogni forma di pregiudizio e la crescita di una cultura che elimini lo stigma e la discriminazione;
  • Produrre servizi essenziali e prestazioni appropriate, assicurando la unitarietà  e continuità degli interventi con un uso razionale di tutte le risorse;
  • Garantire la produzione di prestazioni e servizi che pongono al centro i bisogni delle persone;
  • Garantire un' effettiva integrazione con tutti i soggetti della rete dei servizi, con la  finalità  di fornire una risposta tempestiva, globale e definita nel tempo;
  • Garantire un alto livello etico nei trattamenti, con particolare riferimento agli  utenti con ridotta autonomia personale;
  • Valorizzare come risorsa dei servizi la partecipazione delle Associazioni dei famigliari, del volontariato, del privato sociale ed imprenditoriale.

L’attività integrata socio-sanitaria, si sviluppa attraverso l’equipe di base, composta da tutti gli operatori sociali, sanitari e del terzo settore,   quale strumento per rafforzare il percorso di integrazione e di condivisione progettuale fra tutti i soggetti coinvolti nella progettazione e realizzazione e verifica degli interventi con particolare riferimento all’utente e suoi famigliari.


Destinatari

Persone con disagio mentale, neuro-cognitivo, disturbo da uso di sostanze o gioco d'azzardo e le loro famiglie (indipendentemente dall'età), che possono esprimere disagio sociale fino all'emarginazione

Data dell'ultimo aggiornamento:
26/10/2015