Avvisi dal comune

Commemorazione dei defunti

Aperture straordinarie nei cimiteri comunali da lunedì 23 ottobre e fino all'8 novembre. Attiva una navetta per il trasporto dei visitatori presso il Cimitero di San Cataldo.

In occasione delle giornate dedicate alla commemorazione dei defunti, da lunedì 23 ottobre e fino all'8 novembre, il cimitero di San Cataldo sarà aperto a orario continuato dalle 8 alle 17.30, mentre i cimiteri del forese osserveranno l’orario consueto invernale dalle 8 alle 18.

All’ingresso di San Cataldo sarà a disposizione dei cittadini un servizio navetta gratuito per raggiungere le tombe dei propri cari all'interno.

Vai all'approfondimento

Graduatoria Case Popolari - E.R.P.

Disponibile la graduatoria aggiornata al 30 Settembre 2017

 

E' disponibile la graduatoria per l'assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica - E.R.P., aggiornata al 3o Settembre 2017.

La graduatoria è disponibile per punteggio o per ordine alfabetico

Vai alla graduatoria

Avviso per mobilità esterna per Istruttore Bibliotecario

Avviso di ricerca di personale per la copertura di n.1 posto nel profilo professionale di Istruttore Culturale - posizione di lavoro Istruttore Bibliotecario. Scadenza presentazione domande: 13 novembre 2017

Avviso di mobilità esterna per Istruttore informatico

Avviso di ricerca di personale per la copertura di n.1 posto nel profilo professionale e posizione di lavoro di Istruttore Informatico cat. C - mediante mobilità esterna. Scadenza presentazione domande: 13 novembre 2017

Teleriscaldamento - bonus per le famiglie in difficoltà

Da lunedì 16 ottobre si può presentare domanda all’Ufficio Pacchetto Famiglie del Comune di Modena per accedere al contributo finanziato da Hera

Torna il Bonus Teleriscaldamento per le famiglie in difficoltà.

Da lunedì 16 ottobre si può presentare domanda all’Ufficio Pacchetto Famiglie del Comune di Modena per accedere ai contributi erogati da Hera alle famiglie economicamente svantaggiate. L’agevolazione prevede un bonus a compensazione della spesa per il servizio di teleriscaldamento, commisurato al bonus gas-riscaldamento in vigore, con un contributo che può variare da 115 a 159 euro a seconda del numero dei componenti della famiglia.


Possono richiedere il bonus tutti i clienti domestici che utilizzano il teleriscaldamento con un contratto di fornitura diretto o con fornitura centralizzata. Per accedere all’agevolazione, occorre un Isee (l’attestazione della propria situazione economica) non superiore a 8.107,50 euro oppure a 20.000 euro nel caso di nuclei numerosi con più di tre figli a carico.

 

Le domande, diverse per i clienti diretti e per quelli indiretti con un impianto condominiale, vanno presentate, previo appuntamento, dal 16 ottobre al 31 dicembre all’Ufficio Pacchetto Famiglie presso il Centro per le Famiglie, in piazzale Redecocca 1, che è aperto al pubblico per informazioni e appuntamenti lunedì e giovedì dalle 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 18 (tel. 059 2033614). Solo per appuntamenti telefonici si può telefonare allo 059 2033344 lunedì, mercoledì e giovedì dalle 11 alle 13.

 

I clienti diretti riceveranno il bonus mediante compensazione sulla spesa sulle bollette inviate a partire da marzo 2017, mentre per i clienti indiretti con contratto di fornitura centralizzato il rimborso avverrà tramite l’amministratore condominiale. Infine, i clienti indiretti - non condomini - lo riceveranno mediante versamento del contributo all’amministrazione che ha presentato le istanze in nome e per conto loro.

Avviso per mobilità esterna per istruttore amministrativo

Avviso di ricerca di personale per la copertura di n.2 posti al profilo professionale / posizione di lavoro di Istruttore Amministrativo Cat. C di cui n.1 posto presso il Settore Istruzione e rapporti con l'Università e n.1 posto presso il Settore Politiche Sociali Sanitarie e per l'Integrazione, mediante mobilità esterna ai sensi dell'art.30 del D.lgs 165/2001. Scadenza presentazione domanda: 2/11/2017

Lotta alla zanzara tigre

E' in vigore fino al 31 ottobre l'ordinanza comunale con le disposizioni per impedire ogni occasione di moltiplicazione della zanzara e per contrastarla efficacemente.

Cosa deve fare il cittadino

Dal 1 aprile al 31 ottobre di ogni anno, (negli spazi destinati a giardino, orto, balcone, terrazzo eliminare tutti i luoghi dove la zanzara possa deporre le uova) al fine di contrastare il proliferare dell’infestazione della zanzara tigre  tutti i cittadini sono tenuti a:

  • non abbandonare contenitori che possano raccogliere acqua piovana o tenerli con l'apertura rivolta verso il basso
  • svuotare sempre gli annaffiatoi e i sottovasi (oppure riempire di sabbia quest’ultimi)
  • mantenere le grondaie libere da ogni ostruzione
  • tenere pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente introducendo pesci rossi che sono predatori delle larve di zanzara tigre
  • non svuotare nei tombini i sottovasi o altri contenitori.

Inoltre è necessario

  • Osservare le disposizioni previste in tutti i cimiteri del Comune di Modena.
  • Utilizzare coperchi o zanzariere ben tese per coprire le cisterne o altri contenitori di acqua necessari per l'irrigazione.
  • Usare con regolarità i prodotti larvicidi (pastiglie, gocce) nei tombini, nelle griglie di scarico, nei pozzetti di raccolta delle acque piovane ed in tutti i luoghi dove non sia possibile eliminare le raccolte d'acqua.

Cosa fa il Comune

  • sorveglianza attraverso 60 ovitrappole sparse per il territorio comunale che permettono di tenere monitorata la distribuzione dell'insetto
  • trattamento larvicidi con regolatori di crescita di sintesi a base di Diflubenzuron, in 6 cicli di intervento nelle caditoie stradali (55.000 manufatti), nei tombini degli immobili comunali (scuole, biblioteche, centri, uffici ecc.), nei cimiteri (17 strutture), a partire dall’inizio della primavera e sino al mese di ottobre; tutti i trattamenti larvicidi sui tombini stradali sono segnalati con diverse colorazioni che identificano i cicli d'intervento effettuati.
  • ordinanza comunale sui comportamenti che tutti i cittadini devono adottare per evitare il diffondersi del fastidioso insetto (trattare l'acqua presente nei tombini, evitare di lasciare all'aperto materiale accatastato, vuotare i sottovasi, ecc.).
  • utilizzo di predatori naturali (piccoli crostacei chiamati copepodi) nei bidoni di irrigazione degli orti, forte fonte di infestazione;
  • l’impiego di prodotti insetticidi adulticidi a base di piretro di sintesi, ovvero piretroidi, a basso impatto ambientale nei siti sensibili (es. scuole prima dell’apertura)

Vai alla sezione dedicata

Manutenzione straordinaria dei bagni pubblici in Piazza XX Settembre

Da lunedì 25 settembre, per circa un mese, i servizi igienici pubblici rimarranno chiusi. Nel periodo dei lavori sono disponibili 5 bagni chimici.

Da lunedì 25 settembre sono iniziati alcuni lavori di manutenzione straordinaria dei bagni pubblici di piazza XX Settembre, che rimarranno chiusi per circa un mese. L’intervento in piazza XX Settembre prevede in particolare lavori di sistemazione delle controsoffittature dei bagni interrati per evitare infiltrazioni di acqua meteorica; verrà inoltre ripristinato l’impianto di riscaldamento-raffrescamento e di aspirazione.
In sostituzione dei bagni interrati, per il periodo dei lavori, saranno installati a breve nelle adiacenze della piazza cinque bagni chimici, di cui uno riservato a disabili.

Terminati i lavori in piazza XX Settembre, il cantiere si sposterà in piazzale Risorgimento e, a seguire nell’area di via Fabrizi, dove si procederà alla demolizione dei bagni presenti, non utilizzabili e oggetto di vandalismo. Complessivamente, gli interventi relativi ai bagni pubblici prevedono lavori per 50 mila euro.

 

Rimangono in funzione gli altri bagni pubblici presenti nell’area del centro storico.

Bagni ai Giardini Ducali: accessibili tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 10 alle 19, fino a fine settembre, mentre dall’1 ottobre gli orari di apertura saranno tutti giorni, festivi compresi, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.

Bagni-docce al Novi Sad: accessibili il lunedì dalle 7 alle 14 e dal martedì al sabato dalle 8 alle 12, mentre rimangono chiusi la domenica, eccezion fatta per la terza domenica del mese (aperti dalle 8 alle 14), quando in zona si svolge il mercato straordinario.

Bagni della Stazione delle corriere: accessibili dal lunedì al sabato dalle 7.30 alle 18.30 e di domenica e nei festivi dalle 8.30 alle 12.30.

 

 

Nuovo avviso per i locali del Comune in Piazza Grande

E' possibile presentare le offerte fino al 5 gennaio 2018 per gestire gli spazi in angolo con via Castellaro destinati ad attività culturali e di somministrazione di alimenti e bevande.

Il Comune di Modena ha avviato una nuova selezione pubblica per l’assegnazione di locali al piano terra e al piano ammezzato del Palazzo municipale, in piazza Grande angolo via Castellaro, destinati ad attività di somministrazione di alimenti e bevande oltre che ad iniziative culturali e di intrattenimento.

Dopo la sospensione del precedente avviso, per consentire di affinare il bando, i soggetti interessati possono ora presentare la propria offerta fino alle 13.00 di venerdì 5 gennaio 2018.
Sono in corso le attività per garantire la continuità della gestione del locale, tramite affidamento diretto, per un periodo di otto mesi, eventualmente prorogabili di altri quattro.

La nuova concessione avrà durata di 12 anni, con decorrenza dalla sottoscrizione contrattuale, oltre a eventuale proroga tecnica fino a 12 mesi, e riguarda spazi per circa 532 metri quadrati di superficie netta, oltre la sala retrostante il locale centrale, al piano terra, e annessi servizi igienici per circa 100 metri quadrati.

Il canone a base di gara per la concessione dei locali è pari a 84.640 euro per ciascun anno contrattuale e a carico del concessionario saranno anche le spese per consumi di utenze, per manutenzione ordinaria, per l’allestimento dei locali, per eventuali opere di adeguamento necessarie all’attività, imposte e tasse oltre a ogni spesa gestionale connessa. Al termine della concessione, gli arredi, le attrezzature, gli impianti e il montacarichi realizzati sulla base delle indicazioni della Sovrintendenza a cura e spese del concessionario diventeranno parte del patrimonio comunale.

Nel corso della validità della concessione, nel caso in cui si dovessero rendere necessari interventi relativi agli impianti, in accordo con il Comune le effettive spese sostenute, debitamente fatturate, verranno scomputate dal canone di concessione fino a un importo massimo di 63 mila euro.

Requisiti
Potranno partecipare soggetti in forma singola o associata in possesso dei requisiti imprenditoriali, morali e professionali, che hanno gestito negli ultimi 10 anni esercizi di somministrazione di alimenti e bevande per almeno cinque anni anche non continuativi, e che negli ultimi quattro anni di esercizio hanno registrato una cifra d’affari media annua di circa 200 mila euro. Sarà ammessa alla selezione anche l’offerta presentata da un gruppo di operatori che dichiarino di impegnarsi a costituire una società in caso di aggiudicazione. I soggetti partecipanti potranno effettuare un sopralluogo presso i locali

L’assegnazione avverrà secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa a rialzo rispetto all’importo del canone annuo a base di gara, per un massimo di 20 punti, e sulla base di un progetto gestionale che dovrà comprendere un programma di attività culturali e d’intrattenimento e l’impegno ad assorbire parte o tutto il personale attualmente impiegato, per un massimo di 80 punti. L’Amministrazione si riserva la facoltà di valutare la congruità dell’offerta, di aggiudicare la concessione del locale o di non procedere all’aggiudicazione.


Informazioni
Servizio Patrimonio del Comune (tel. 059 2032695, email tiziano.magnani@comune.modena.it, politichepatrimoniali@cert.comune.modena.it).

Lavori di pavimentazione in via Università

Fino a dicembre è chiusa al traffico via Università. Invertito il senso di marcia in via San Carlo (da via Emilia centro a via Canalino).

Martedì 23 maggio sono iniziati i lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione di via Università in centro a Modena.

L’intervento, il cui termine è previsto prima delle festività di dicembre, richiederà l’interruzione della circolazione sulla via (saranno invece accessibili i pedonali su entrambi i lati) e per consentire l’accesso nell’area di via Canalino e san Carlo, in quest’ultima via sarà invertito l’attuale senso di marcia, consentendo il transito esclusivamente da via Emilia centro a via Canalino.

Per dare continuità all’intervento eseguito negli anni scorsi su via Castellaro, via San Carlo e via Scudari, il progetto prevede la riqualificazione completa con l’adeguamento fognario principale oltre alla rete di scolo delle acque piovane, il rifacimento delle condotte di acqua, gas ed elettricità, il posizionamento di nuovi punti luce a led, la ripavimentazione completa attraverso il riutilizzo del piano stradale esistente in cubetti di porfido e il rifacimento dei marciapiedi in lastre naturali.

I lavori in via Università rientrano nell’ambito di un intervento più complesso di manutenzione straordinaria della pavimentazione che interesserà anche un tratto di via Emilia centro, vari tratti di piazza Matteotti e della via adiacente, comprensiva dell’eliminazione delle barriere architettoniche per un importo di 400 mila euro.

Raccolta di firme

Presso l'Ufficio protocollo Generale è possibile firmare per referendum abrogativi e proposte di legge di iniziativa popolare

La sottoscrizione avviene su appositi moduli che i comitati promotori delle iniziative depositano presso l'Ufficio.
Pe firmare è necessario presentarsi con un documento d'identità valido.

Vai alla pagina con le raccolte di firme in atto

Domande di autorizzazione per Manifestazioni ed Occupazione su suolo pubblico

Linee guida sui tempi di presentazione delle domande di manifestazioni ed eventi su suolo pubblico e di occupazione di suolo pubblico. Indicazione dei tempi necessari al SUAP (Sportello Unico per le Attività Produttive) per l'istruttoria e il rilascio delle licenze ed autorizzazioni.