Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Disposizioni per i veicoli inquinanti

  • Divieto ai veicoli commerciali per il trasporto merci in conto terzi delle categorie N1, N2 e N3, con alimentazione diesel e/o benzina PRE EURO, EURO 1 non conformi alla direttiva 98/69 A CE e successive o alla direttiva 99/96 A CE e successive; lo stesso divieto è esteso anche ai veicoli EURO 2 non conformi alla direttiva 98/69 A CE e successive o alla direttiva 99/96 A CE e successive, con prima data di immatricolazione superiore a 10 anni
  • Divieto a tutti gli altri veicoli commerciali anche per trasporto ad uso proprio delle categorie N1, N2 ed N3, con alimentazione diesel/o benzina PRE EURO, EURO 1 non conformi alla direttiva 98/69 A CE e successive o alla direttiva 99/96 A CE e successive; lo stesso divieto è esteso anche ai veicoli EURO 2 non conformi alla direttiva 98/69 A CE e successive o alla direttiva 99/96 A CE e successive, con prima data di immatricolazione superiore a 10 anni
  • A partire dal 1° Giugno 2012: divieto ai veicoli commerciali per il trasporto merci in conto terzi delle categorie N1, N2 e N3, con alimentazione diesel e/o benzina inferiori a EURO 4 non conformi alla Direttiva 98/69 CE B e successive.

 

Il divieto non sarà operativo per:

  • tutti i veicoli già autorizzati e fino alla naturale scadenza del titolo autorizzativo
  • i veicoli commerciali adibiti al trasporto delle merci deperibili, quali, ad esempio, frutta ed ortaggi freschi, carni e pesci freschi, fiori recisi, animali vivi destinati alla macellazione, nonché i sottoprodotti derivati dalla macellazione degli stessi, latticini freschi, derivati del latte freschi e sementi vive; ovvero per i veicoli commerciali adibiti al trasporto di prodotti che richiedono la non interruzione della “catena del freddo”
  • I veicoli destinati al rifornimento delle edicole
  • I veicoli ad uso speciale caratterizzati dall’essere muniti permanentemente di speciali attrezzature.