Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Addizionale comunale Irpef

Addizionale comunale all'Irpef: decorrenza, aliquota e pagamento

L'addizionale comunale all'Irpef è istituita dal Decreto Legislativo 28/09/1998, n. 360 (art. 1) e succ. modificazioni, così come da ultimo dalla Legge 27/12/2006, n. 296 - Finanziaria 2007 - Circolare n. 15 E del 16/03/2007 p.to 3) ed è applicata a Modena a decorrere dall'anno d'imposta 2002.

Anno 2017

Per l'anno 2017 (così come per gli anni precedenti a partire dal 2012) si applicano le aliquote approvate per l'anno 2012 di seguito riportate (art.1, comma 169, Legge 296/2006)

Anno 2012

In data 11 giugno 2012 sono state approvate con deliberazione consiliare n. 30/2012 le seguenti aliquote differenziate da applicare a scalare secondo i cinque scaglioni di reddito, fissati per l'Irpef nazionale dall'art. 11, comma 1, del D.P.R. n. 917/1986:

  • 0,50 per cento fino a 15.000,00 euro;
  • 0,52 per cento oltre 15.000,00 euro e fino a 28.000,00 euro;
  • 0,58 per cento oltre 28.000,00 euro e fino a 55.000,00 euro;
  • 0,78 per cento oltre 55.000,00 euro e fino a 75.000,00 euro;
  • 0,80 per cento oltre 75.000,00 euro.
    Anni precedenti
    • 0,2% (punti percentuali) dal 1° gennaio 2002 al 31/12/2006
    • 0,5% (punti percentuali) dal 1° gennaio 2007
    • 0,5% (punti percentuali) dal 1° gennaio 2008
    • 0,5% (punti percentuali) dal 1° gennaio 2009
    • 0,5% (punti percentuali) dal 1° gennaio 2010
    • 0,5% (punti percentuali) dal 1° gennaio 2011 applicate fino alla data di approvazione dell'aliquota per l'anno 2012

      L'addizionale è determinata applicando al reddito complessivo determinato ai fini dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, al netto degli oneri deducibili riconosciuti ai fini di tale imposta, l'aliquota prevista ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta l'imposta sul reddito delle persone fisiche, al netto delle detrazioni per essa riconosciute e del credito di cui all'art. 165 del T.U.I.R., approvato con D.P.R. n. 917/1986.

      Criteri applicativi

      La Finanziaria 2007, con il comma 142 dell’articolo 1, ha introdotto il versamento in acconto nella misura del 30 per cento dell’addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche: a decorrere dal 2007, infatti, l'addizionale comunale è dovuta in acconto nell'anno di riferimento e a saldo nell'anno successivo, applicando  al reddito imponibile dell'anno precedente le aliquote di riferimento.
      L' acconto viene fissato nella misura del 30 per cento dell'addizionale ottenuta  applicando al reddito imponibile dell'anno precedente le seguenti aliquote:
      l'aliquota deliberata per l'anno di riferimento, se la pubblicazione della delibera di variazione dell'aliquota è effettuata entro il 20 dicembre del medesimo anno;
      l'aliquota in vigore l'anno precedente, se la pubblicazione della relativa delibera è effettuata oltre il predetto termine, salvo specifiche proroghe di legge.
      Per i redditi di lavoro dipendente e assimilati, l'acconto dell'addizionale dovuta è determinato dai sostituti d'imposta, e il relativo importo è trattenuto in un numero massimo di nove rate mensili a partire dal mese di marzo. Il saldo dell'addizionale dovuta è determinato all'atto delle operazioni di conguaglio e il relativo importo è trattenuto in un numero massimo di undici rate, a partire dal periodo di paga successivo a quello in cui le stesse sono effettuate e non oltre quello relativamente al quale le ritenute sono versate nel mese di dicembre. In caso di cessazione del rapporto di lavoro, l'addizionale residua dovuta è prelevata in unica soluzione.
      Per i redditi diversi dal lavoro dipendente o assimilato, il calcolo ed il pagamento dell'addizionale comunale all'Irpef va effettuato in sede di dichiarazione dei redditi.

      L'addizionale è dovuta al Comune nel quale il contribuente ha il domicilio fiscale alla data del 1° gennaio dell'anno in cui si riferisce l'addizionale stessa; il relativo versamento è effettuato, in acconto e a saldo dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, direttamente al Comune competente.

      Versamenti

      Il versamento dell'addizionale comunale all'IRPEF a norma dell'art. 1 comma 143 della Legge 27/12/2007 n. 296, per i sostituti di imposta dovrà essere effettuato sul conto corrente postale  n. 86235637 intestato al  Comune di Modena codice IBAN:     IT66D0760112900000086235637.
      Il versamento dell'addizionale comunale all'IRPEF a norma dell'art. 1 comma 143 della Legge  27/12/2007 n.296, per i soggetti privati dovrà essere effettuato mediante il modello di versamento F24 utilizzando gli appositi codici tributo di cui alla risoluzione dell'Agenzia delle Entrate  n. 368/E del 12/12/2007

      Data dell'ultimo aggiornamento:
      24/05/2017
      Dove Rivolgersi
      Via Santi, 40
      Tel: 059/2032579
      lunedì e giovedì 8.30-13.00 e 14.30-18.00; mercoledì 8.30-13.00

      Addizionale comunale Irpef